Carmen

martedì 1 gennaio 2019 ore 17, giovedì 3, venerdì 4 e sabato 5 gennaio  ore 20 - Teatro Galli
OPERA


Nell’ambito degli eventi de “Il capodanno più lungo del Mondo”, ad inaugurare il 2019 dal palcoscenico del Teatro Galli, sarà l’Opera Lirica Carmen capolavoro in quattro atti di Georges Bizet, su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy, ispirata alla novella omonima di Prosper Mérimée, considerata una delle opere più eseguite al mondo e un classico del repertorio operistico.
L’opera è prodotta dall’associazione Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli con il patrocinio e il contributo del Comune di Rimini, avrà la regia di Paolo Panizza e sarà diretta dal Maestro concertatore Massimo Taddia, con la Astral Music Symphony Orchestra delle Marche e il Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli preparato dal Maestro Matteo Salvemini. L’opera, nella versione originale francese, sarà sottotitolata in italiano.

LA STORIA Rappresentata per la prima volta il 3 marzo 1875 all’Opéra Comique di Parigi, (sarebbe stato impensabile presentare un lavoro ‘ardito’ come Carmen all’Opéra di Parigi, il tempio della più austera tradizione) la prima rappresentazione italiana di Carmen andò in scena il 15 novembre 1879 al Teatro Bellini di Napoli. “Udendola diventiamo noi stessi un capolavoro” scrisse Nietzsche a proposito di quest’opera, nonostante i benpensanti francesi dell’epoca non avessero accolto con grande entusiasmo “un’opera tanto sconveniente”, con argomenti “a dir poco scabrosi”, come fu giudicata, al suo esordio, quella che per il mondo sarebbe diventata “pura sensualità in musica”, con pagine di rara bellezza, ritmo trascinante, magia e una raffinatezza tutta francese; un “unicum” nell’ambito del melodramma, impossibile da imitare, ma imprescindibile per tutta la musica a venire.