Amore e Psyche o l’Anima Abbandonata

Concerto-spettacolo per voce, canto e musica elettronica

sabato 1 giugno due repliche: ore 19.00 e 21.30 - Teatro degli Atti
Altre iniziative

 


Amore e Psyche o l’Anima Abbandonata (primo e secondo movimento) è una performance dove l’evolversi della storia si manifesta attraverso la narrazione teatrale, l’interpretazione del canto barocco e la drammaturgia musicale.
La storia, ha inizio da un prologo: - la stanza dell’Anima Abbandonata- che incarna la domanda esistenziale da cui parte questa ricerca: quale sia la dimora oggi dell’Anima nel nostro essere e soprattutto alberga ancora in noi Psyche? O forse abbiamo dimenticato la sua essenza, essendo in preda alla scalata verso il successo: economico, pubblico o anche solo virtuale?
La narrazione viene  interrotta al momento della rivelazione, o della luce, che coincide con il tradimento di Psyche nei confronti di Amore:
<<e il dio, volò su di un cipresso, profondamente toccato le parlò così:-Ego quidem, simplicissima Psyche, parentis meae Veneris praeceptorum immemor...  però l'ho fatto, lo so, con leggerezza e con la mia arma ho colpito me stesso e ho reso te mia moglie.... per poi doverti sembrare una belva affinché tu troncassi via il mio capo, che porta questi occhi in adorazione per te...>>. Queste parole che Apuleio mette in bocca ad Amore sembrano avvertirci della necessità del viaggio d’iniziazione, del cammino verso la ricerca, della crisi e della fatica del riscatto per accedere al regno degli dei… Da qui prosegue lo spettacolo in una versione anche itinerante, per attraversare il regno dei morti, ultima prova a cui è sottoposta la povera fanciulla da una Venere sempre più crudele… quale sarà l’esito di questa impresa ci viene presentato dal sentiero della favola che ci conduce ad un lieto fine ma rimane aperto l’enigma…
Cosa possiamo dire oggi nell’era della tecnologia e della scienza che scopre che la nostra buona stella è un sole e che non è di certo infinito ma è destinato a tramontare…
E poi vi è l’amore <<...e così Psyche fu presa da amore per Amore>> un possibile mantra per ricordarci che senza l’unione di cuore e mente, non possiamo muovere i nostri passi. Senza l’amore per noi stessi e per l’altro, non possiamo crescere in questo mondo ma solo sprofondare negli abissi dei nostri mostri interiori. Come disse James Hillman:- “... il mito di Amore e Psyche è ciò che corrisponde ad una delle più profonde esigenze dell’uomo contemporaneo ”


Posti limitati - prenotazione telefonica consigliata: 339 1923650